Pioli: "Tutti a disposizione per l'Udinese, tranne uno. Se ci saranno possibilità miglioreremo la rosa"

13 Agosto 2022
- Di
Daniele Izzo
Tempo di lettura: 2 minuti

PIOLI CONFERENZA STAMPA MILAN UDINESE - Prima conferenza stampa dell'anno per Stefano Pioli. L'allenatore rossonero, campione d'Italia in carica, si è presentato davanti ai cronisti per rispondere alle loro curiosità in vista di Milan - Udinese. Ecco le sue risposte.

Milan - Udinese, la conferenza stampa di Pioli

"Secondo me non bisogna mediare. È un entusiasmo che dobbiamo assolutamente coltivare e dal quale trarre energia. La classifica si azzera, ma partiamo con la consapevolezza di quello che abbiamo fatto e di quello che siamo; se siamo così competitivi lo dobbiamo al nostro modo di lavorare, di curare i particolari e i dettagli, dal nostro modo di stare in campo, dai nostri atteggiamenti. C'è voglia di iniziare bene il campionato. Se questo è il mio Milan più forte? È un Milan forte, poi sarà il campo a dire se migliore dell'anno scorso. Ho rivisto nei miei giocatori gli stessi atteggiamenti della passata stagione e questo mi fa sempre pensare in positivo. Poi, sono convinto che nessuno di noi, io compreso, abbia raggiunto il massimo livello".

Sul parco attaccanti: da Rebic a Giroud

"I nuovi acquisti mi stanno dando sensazioni positive, abbiamo potenziato il reparto offensivo non avendo Ibrahimovic. Sono tutti disponibili per domani, tranne Tonali che ha un affaticamento che sta evolvendo in maniera positiva. Origi mi sta facendo vedere le caratteristiche di un centravanti completo: sa dialogare con i compagni, raccordare il gioco, allungare la squadra; è un ragazzo molto intelligente. Dovremo dare ai nuovi acquisti un po' di tempo, ma sono molto contento di quello che stanno facendo vedere".

Sull'Udinese

"L'Udinese è una squadra pericolosa ed è l'unica, assieme alla Juve, che non siamo riusciti a battere nella passata stagione. Dovremo mettere tutte le nostre qualità per batterli".

Un commento alla stagione che verrà

"Sarà una stagione particolare. Oggi ho fatto vedere alla squadra tutto il calendario fino al 13 novembre e molti avranno 23-24 partite in 90 giorni. Dovremo mantenere quell'atteggiamento di disponibilità: avrò bisogno di tutti a disposizione. In tre mesi ci giochiamo già tanto: ci giochiamo 15 gare di campionato, la Champions League. Sarà un campionato molto equilibrato e credo che sarà difficile per tutti migliorare il punteggio del campionato scorso: tutte le prime 8 sono di alto livello, quelle di metà classifica sono cresciute. Sarà una bella lotta. Non ci danno come favoriti? Non ci siamo mai preoccupati di ciò che si dice di noi fuori da Milanello... Noi vogliamo essere competitivi, quest'anno ci sono tante competizioni in cui esserlo".

Sulla rosa del Milan

"Sono contentissimo e contentissimo di chi è arrivato. Se ci sarà possibilità di migliorare la rosa non ci si tirerà indietro. Cosa mi aspetto dal mercato? Il mercato ti può proporre delle situazioni che magari fino ad ora non avevi pensato... Il club è disponibile e se ci sarà la possibilità la rosa sarà migliorata; potrebbero servire caratteristiche diverse da quelle che abbiamo".

Un aneddoto sugli spogliatoi

"Appenderò qualcosa? Sì, domani prima della partita ci sarà qualcosina a livello di motivazione".

Su Kalulu

"Mi aspetto una conferma delle sue prestazioni. È cresciuto tantissimo, è stato sempre un grandissimo lavoratore, ha avuto sempre ottimi atteggiamenti; ha la testa sulle spalle e sa che ciò che sta avendo se l'è meritato col duro lavoro".

La chiosa è su Adli

"Ha delle bellissime caratteristiche. È un centrocampista atipico, va molto per il campo, ha grande verticalità e visione di gioco. È pronto per essere un giocatore importante per il Milan".

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram