Torino, Mazzarri: "Col Milan ci vuole una squadra arrabbiata"

25 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

TORINO MAZZARRI MILAN - Alla vigilia di Torino-Milan, ha parlato in conferenza stampa anche Walter Mazzarri, allenatore dei granata.

Torino, Mazzarri dopo due sconfitte

"E' positivo tornare subito in campo dopo Marassi? Per qualcuno può far bene, io come allenatore ho sempre preferito avere la settimana tipo, con sei giorni a disposizione e poi la partita. In quel modo ho i giorni sufficienti per migliorare ciò che abbiamo sbagliato. In casi come questi, lo facciamo lo stesso ma con un po' più di fretta. Ma vale anche per gli altri, quindi va bene così".

Il rapporto coi tifosi

"I veri tifosi del Toro sanno la buonafede del lavoro che abbiamo fatto, io non so più da dove arrivano tutti questi malumori. Non si sa chi li dice, per me sono destabilizzanti. Non è che se l'anno scorso abbiamo vinto a Genova, domenica scorsa dovevamo per forza dominare. Dobbiamo stare attenti a non offendere, siamo lucidi e ascoltate chi ha una carriera alle spalle".

Il punto sul Torino

"Stiamo bene. Aina ha delle pause, non capisco se lo fa per risparmiarsi o per altro. Il cervello comanda, magari bisogna lavorare sulla concentrazione. Ma globalmente stiamo bene. A Genova avevo in canna tre cambi, poi abbiamo preso gol. Ho una panchina che nel finale mi può portare a vincere le partite. Con Verdi e Berenguer abbiamo creato qualcosa in più, poi se gli altri stanno tutti in area non è semplice".

L'umore dei giocatori

"Spero che sentano ciò che sento io: se lo fanno, lo si vedrà in campo. Se hanno orgoglio lo dimostreranno domani. Li chiamo uno a uno, tocco tutti i tasti e se hanno recepito ciò che abbiamo detto. Ci vuole anche una squadra un po' arrabbiata. Abbiamo dimostrato di saper giocare a calcio".

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram