Scatta l'operazione "Eclissi" contro le TV pirata: 5 milioni di utenti italiani coinvolti

18 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

OPERAZIONE ECLISSI TV PIRATA - Come riportato stamane dalla Gazzetta dello Sport, è in corso dalle prime ore della giornata odierna la più vasta operazione europea contro le tv pirata, denominata "Operazione Eclissi". Tale azione punta ad oscurare le Iptv illegali, che consentono di usufruire gratuitamente di canali satellitari a pagamento convertendo il segnale analogico della paytv in web-digitale. Tale operazione va a tutelare anche i possessori dei diritti tv per lo sport, a partire dal calcio ovviamente.

"Eclissi", la cooperazione delle polizie

L'operazione è condotta dalla Polizia di Stato, e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma. A livello internazionale è supportata dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol, con la cooperazione delle polizie e delle autorità giudiziarie anche di Francia, Paesi Bassi, Germania, Bulgaria e Grecia. Che supporteranno gli uomini della Polizia Postale italiana convergendo i dati delle loro analisi.

Gli effetti in Italia

Il servizio della Polizia Postale e delle Comunicazioni ha effettuato delle indagini tecnico-informatiche sulla diffusione dei segnali in streaming, ed ha individuato le sorgenti estere dalle quali parte il segnale pirata. In Italia sono coinvolti circa 5 milioni di utenti, con un volume di affari stimato di oltre 2 milioni di euro al mese.

Tags:
© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram