rossonerisiamonoi-ante-rebic-milan
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

REBIC MILAN INTERVISTA – Poco dopo l’annuncio ufficiale del trasferimento a titolo definitivo di Ante Rebic dall’Eintracht Francoforte (era in prestito biennale, ndr), l’attaccante croato ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali del Milan: “Sono molto felice perché ho firmato e ho dimostrato di avere le qualità per giocare qui. Anche quando sono arrivato lo scorso anno avevo detto di non essere un bomber: aiuto la squadra in un altro modo. Ho segnato 12 gol e spero di farne di più quest’anno. Vogliamo partire con 3 punti. Se faccio gol meglio, ma l’importante è la vittoria. Abbiamo iniziato a lavorare tre settimane fa e siamo pronti per il campionato: vogliamo continuare dove abbiamo lasciato l’anno scorso. Non ho obiettivi personali, solo giocare il meglio possibile”.

Rebic e i due leader del Milan: Ibrahimovic e Pioli

 “Ibrahimovic è un grande giocatore che aiuta tutto il gruppo: ha un grande impatto. È sempre un piacere giocare con lui, io faccio sempre il mio e spero di fare sempre meglio. Abbiamo un leader in panchina e un altro in campo, che è Zlatan. Pioli è stato molto importante per me. Ho lavorato sempre bene e lui mi ha dato un’occasione perché la meritavo”.