Pioli: "Ho visto tante cose positive, questa partita ci servirà da lezione. Dobbiamo lavorare molto, ma meritavamo la vittoria"

20 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN LECCE PIOLI - Ormai aveva assaporato la vittoria. Sarebbe stato un bel regalo di compleanno per Stefano Pioli, all'esordio sulla panchina rossonera. Ma Calderoni ha rovinato tutto con un eurogol al 92°. Milan-Lecce finisce così 2-2 e il mister rossonero mastica un po' amaro ai microfoni di Sky. Anche se poi non manca di sottolineare gli aspetti positivi del match. Ecco le sue parole raccolte a fine partita.

Pioli su Milan Lecce

"È un peccato perchè abbiamo fatto delle cose positive. Non abbiamo vinto per demeriti nostri, ma lo spirito e la qualità di alcune giocate sono state di buon livello. Le partite però bisogna chiuderle altrimenti poi rischi delle sorprese nel finale e cosi è stato, purtroppo".

Calo fisico o problemi psicologici per il Milan?

"I giocatori del Milan sono consapevoli delle loro qualità e di vestire una maglia importante e prestigiosa e sanno giudicare le loro prestazioni, rivedremo tutto. Abbiamo fatto delle cose positive ma la generosità eccessiva ci ha fatto perdere delle posizioni, e così non abbiamo vinto una partita che per quello che abbiamo fatto meritavamo di vincere. Calo fisico? Le richieste che ho fatto alla squadra avrebbero causato dispendio fisico lo so, per esempio Leao, Paquetà ed Hernàndez erano stanchi: il primo aveva già un indurimento muscolare a fine primo tempo".

Cosa è piaciuto di più a Pioli

"Alcune posizioni prese in possesso palla ci hanno dato delle buone soluzioni, anche se a volte abbiamo giocato con le coppie troppo incontro a scapito della profondità. Oggi abbiamo costruito con una difesa a tre, ma magari a Roma cambieremo. Oggi abbiamo visto delle buone cose ma c'è tanto lavoro da fare, lo spirito e l'interpretazione della gara c'è stato. Il regalo di compleanno più bello - oggi Pioli compie gli anni, ndr - me lo aspettavo dal risultato della partita oggi...".

La lezione di Milan Lecce

"Questa gara ci servirà per capire i nostri errori. Subito dopo il 2-1 avevo detto a Musacchio di cambiare impostazione difensiva visto che avevo fatto entrare Rebic, ed Hernàndez era molto stanco. Infatti dovevamo chiudere prima l'azione del gol ed è arrivato il pareggio, che non rende merito a quanto abbiamo fatto nella partita.
Ieri mi avevate chiesto cosa avevo trovato e vi dico che ho trovato tante cose positive oggi, ma siamo il Milan e dovevamo portarla a casa, si poteva anche vincere 2-1 magari buttando via il pallone invece di giocarlo. C'è differenza tra portare a casa tre punti e uno solo. Poi ci sono stati gli episodi, abbiamo fatto tutto per vincere la partita, che ripeto ci servirà tantissimo perchè ci sono state tante cose buone, ma anche spunti per migliorare e lavorare".

rossonerisiamonoi-milan-calderoni-marco-milan-lecce
Getty Images

Sul rigore provocato da Conti

"Ci eravamo spostati tutti verso la palla, avremmo dovuto bloccare l'azione già prima"

Su Leao e Piatek

" Leao e Piatek potranno giocare insieme in futuro, quando avremo trovato degli equilibri".

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram