Nuovo stadio, Milan ed Inter studiano alternative per "salvare" San Siro

14 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

NUOVO STADIO MILAN INTER - L'entusiasmo e l'ottimismo per il progetto del nuovo stadio di Milano si stanno via via scontrando con le difficoltà della realizzazione pratica. Difficoltà non solo di natura burocratico-istituzionale, ma anche di gradimento degl stessi tifosi, come i sorprendenti risultati del questionario sono lì a testimoniare. Ecco che allora le due società milanesi provano a modificare le loro idee iniziali. Vediamo come.

I progetti originari di Manica e Populous

I due studi d’architettura si erano limitati a salvare un ricordo della storica struttura: il campo di calcio aperto a tutti, nei progetti di Manica/Sportium. L'idea di Populous era invece quella di racchiudere tracce e cimeli del vecchio impianto in un museo sotterraneo che avrebbe avuto il suo ingresso dove oggi c'è il centro del terreno di gioco..

Nuovo stadio Milano, le ipotesi

Come riportato stamane dal Corriere della Sera, l'idea sarebbe quella di dare mandato ai due studi di architettura ancora in gara, Manica/Sportium e Populous, di modificare parzialmente i progetti, cercando di preservare il cuore dello stadio attuale per conservare alcune tracce dello storico impianto. Le ipotesi sono due: conservare il guscio del secondo anello per costruirci il distretto commerciale, oppure trasformare San Siro in un secondo impianto utile per le seconde squadre, oppure per quelle femminili, scongiurando, così, l’abbattimento. Una mossa che potrebbe ammorbidire le posizioni, e sono tante, di chi non vorrebbe la demolizione di San Siro. Sia per una questione affettiva, che per problemi di natura pratica (i tanti tir impiegati per portare le macerie da un luogo all'altro).

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram