rossonerisiamonoi-milan-suso
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN SUSO CORREA – Sono giorni di importanti decisioni a Casa Milan. Si lavora sempre sul duplice fronte cessioni-acquisti. Da un lato c’è la necessità di fare cassa, soprattutto con i diversi esuberi tecnici in rosa. Dall’altro c’è la voglia di comprare, per garantire a Giampaolo una rosa di qualità, che consenta di lottare ad armi pari per l’irrinunciabile obiettivo stagionale: un piazzamento in Champions League.

Il futuro di Suso è rossonero

Sul fronte dei possibili partenti era stato inserito anche il nome di Jesus Suso, che però rappresentava il classico caso della cessione dolorosa ma necessaria. Rumors di mercato avevano registrato l’interesse prima della Roma, poi della Fiorentina. Giampaolo aveva più volte manifesato la volontà di trattenere il giocatore, considerato una risorsa per il Milan. La società sembra averlo accontentato. Dall’appuntamento di ieri con Alessandro Lucci, agente del giocatore, filtra grande ottimismo per una permanenza dell’ex Liverpool: il Milan non vuole privarsi dello spagnolo, che ha già dimostrato di sapersi calare perfettamente nel suo nuovo ruolo di trequartista centrale alle spalle di Piątek e Leao. E se arrivasse anche Correa, i rossoneri avrebbero un attacco di tutto rispetto fatto di potenza e qualità.

rossonerisiamonoi-milan-correa-angel-calciomercato
Getty Images

Milan, la situazione Correa

Sta diventando il tormentone dell’estate rossonera. In un tourbillion di voci, trattative, dichiarazioni ed interpretazioni differenti, la telenovela Correa non si è ancora conclusa. L’imminente trasferimento, non ancora ufficiale però, di Rodrigo all’ Atletico Madrid, potrebbe rappresentare il turning point della questione. Finalmente i colchoneros sembrano poter aprire alla possibilità di scendere sotto la richiesta, mai modificata prima, di 50 milioni cash. In casa rossonera si ragiona e si lavora sui bonus, per convincere l’Atletico a liberare il giocatore, che ha da tempo trovato un accordo col Milan. In settimana è previsto un nuovo incontro con l’agente dell’argentino. La mancata cessione di André Silva, con la relativa perdita di liquidità da reinvestire, non rappresenta più un problema, se mai lo fosse veramente stato. La dirigenza vuole assolutamente portare Correa a Milano.