Milan modello Slavia per sfidare l'Inter: pressing e intercambiabilità per Giampaolo

19 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN INTER DERBY - Mancano due giorni al Derby di Milano. Milan e Inter ci arrivano con stati d'animo diversi. I rossoneri vengono dalle due vittorie per 1-0 contro Brescia e Hellas Verona, due successi che danno morale alla squadra anche se non si è ancora visto un grande calcio. Nello spogliatoio milanista c'è comunque fiducia dopo le ultime uscite. Discorso diverso per l'Inter che dopo il pareggio in Champions contro lo Slavia Praga vedono un po' intaccate le loro convinzioni. All'interno dello spogliatoio nerazzurro, ci sarebbero poi delle frizioni tra alcuni elementi della rosa. Il Milan allora, come riportato da La Gazzetta dello Sport, dovrà prendere a esempio proprio lo Slavia per mettere in difficoltà i cugini.

Milan, lo Slavia Praga detta la via per sfidare l'Inter

Aggressività, pressing e intercambiabilità di ruoli. Queste le tre chiavi usate dallo Slavia Praga per mettere in difficoltà l'Inter in Champions League. Giampaolo dovrà quindi prendere ispirazione da quanto fatto dai cechi. Il Milan è ancora in costruzione, ma l'allenatore rossonero ha gli uomini per mettere a punto questo piano. Su tutti Hakan Calhanoglu, elemento flessibile per eccellenza che può coprire tutti i ruoli: mezzala, regista, esterno d'attacco, trequartista e chi più ne ha più ne metta. Poi c'è Rebic che con la sua fisicità e velocità può svariare in ogni zona del campo. Da non dimenticare poi Paquetà che, nonostante gli attriti con Giampaolo, potrebbe giocare nel derby proprio grazie alla sua intercambiabilità. Chi ci sarà per forza, infine, è Piatek, tornato al gol dopo un lungo digiuno e pronto a riappropriarsi del ruolo di goleador.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram