rossonerisiamonoi-milan-insigne-lorenzo-napoli-italia
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

NAPOLI MILAN INSIGNE – C’era una volta un ragazzo triste, depresso, anche contestato ferocemente dal suo stesso popolo. Le ferite lasciate da quella che a tutti gli effetti sembrava una rottura insanabie col tifo napoletano aveva anche spinto il giocatore a meditare l’addio. Poi il destino di Lorenzo Insigne, il protagonista del nostro racconto, è improvvisamente cambiato. Come in tutte le cose, c’è sempre un motivo scatenante nella rinascita di un uomo e di un atleta. Nel caso del Capitano del Napoli questo fattore è stato ed è indubitabilmente Rino Gattuso. L’avvento del tecnico nativo di Corigliano Calabro ha letteralmente trasformato Insigne, tormato ad essere quello che da sempre avevano sognato i tifosi azzurri: un leader, un trascinatore. Nell’esercizio di questo ruolo, la statura fisica conta poco: conta il carisma e la voglia di sacrificarsi per la causa. Tutte qualità che il napoletano ha iniziato a mettere sul terreno di gioco.

Verso Napoli-Milan: Insigne pronto a trascinare gli azzurri

Le ultime prestazioni del Capitano del Napoli con la maglia azzurra hanno consegnato alla cronaca un giocatore con una personalità debordante: emblematica la sua grinta mostrata in faccia al gigante Lewandowski durante Italia-Polonia di qualche giorno fa. Se parliamo poi squisitamente della prestazione, Insigne ha incantato tutti sia a Reggio Emilia che contro la Bosnia mercoledì scorso: giocate, assist, ripiegamenti difensivi ed atteggiamenti da vero leader. É indubbio che, specialmente in contumacia Osimhen, il vero spauracchio per la difesa rossonera sia rappresentata proprio dal piccolo Genio azzurro.

Insigne, carico a mille

La Gazzetta dello Sport rifersice di un Insigne carico a mille per la sfida del San Paolo. L’azzurro ieri si è presentato a sorpresa, con mezza giornata d’anticipo, a Castel Volturno per allenarsi coi comapgni. Le motivazioni in vista del match col Milan sono enormi: Insigne è pronto a fare la differenza e contribuire a rilanciare le ambizioni di classifica della sua amata squadra.