Milan, il rinnovo di Donnarumma è una priorità. Ma a quali cifre?

20 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN DONNARUMMA - Gigio Donnarumma è uno dei leader di questo Milan. IL leader, secondo le parole di Zvone Boban. Ed il portierone sta confermando sul campo, a suon di prestazioni, tale investitura. C'è però sempre il pericolo di assalti di altre socetò che, a suon di milioni, potrebbero ingolosire Gigio, facendogli considerare altre possibilità. In verità le ipotesi di mercato sono tutte tramontate dopo che il diretto interessato ha fatto capire a chiare lettere la sua volontà di rimanere al Milan. Con l'idea di vincere con la maglia rossonera. La società ha accolto positivamente tale disponibilità, ponendosi però suo malgrado nella posizione di dare un segnale a Donnarumma sulla sua centralità al Milan. Come? Semplice, rinnovando il contratto. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, nell'agenda della dirigenza rossonera, la questione rinnovo è ai primi posti. E qui si aprono scenari di non immediata soluzione.

Donnarumma, il nodo ingaggio

Il contratto di Donnarumma scade nel 2021. Attualmente Gigio guadagna sei milioni di euro a stagione ma, nonostante il suo valore di mercato continuerà premibilmente a crescere, andrà per forza trovato un punto d’accordo sullo stipendio. Perché queste cifre sarebbero e sono fuori dai parametri di Elliott. Se, in ottemperanza alle logiche del FPP, e per evitare conseguenze peggiori di un Settlement Agreement già di per sè un pò vincolante, sarà molto difficile garantire al portiere le stesse cifre, altresì appare difficile che Donnarumma possa accettare di prendere meno. Ben sapendo che alcuni club, PSG in testa, sarebbero disposti a garantirgli ingaggi di gran lunga superiori.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram