Leao: "Voglio fare tanti assist a Piatek. Ho scelto il Milan perché..."

20 Agosto 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

Insieme a Ismael Bennacer e Leo Duarte, anche Rafael Leao si è presentato ai microfoni dei cronisti nella sala stampa del Centro sportivo di Milanello. L'ex attaccante del Lille ha svelato alcuni retroscena e ha parlato della sua nuova esperienza al Milan: "Sono molto felice, sono stato accolto benissimo. Elogi dal mondo del calcio? Felice di riceverli. Cerco di ascoltare tutti e lavorare con umiltà. Spero di fare molti assist a Piatek".

La posizione in campo

"Il Mister decide la posizione, io sono un giocatore a cui piace molto fare assist e muoversi in attacco. Posso giocare sia da prima che da seconda punta".

La decisione di arrivare al Milan

"Ho sempre sognato di giocare al Milan. Le persone di questo club hanno parlato con me e hanno dimostrato di volermi fortemente. Questo ha fatto la differenza".

Leao e Ancelotti

"Io e Ancelotti nati nello stesso giorno? Lo rispetto, ma voglio fare la mia storia e mettere il mio nome nella storia del club. Non voglio essere uguale a nessuno".

Il paragone con Ronaldo il Fenomeno

"Un po' scomodo: è un grandissimo, devo lavorare tanto per arrivare a quel livello. A me piace muovermi, giocare con la squadra, Tiago Fernandes mi conosce benissimo e sa che devo ancora migliorare, in finalizzazione e non solo".

La Serie A

"In Italia è diverso rispetto al Portogallo, tatticamente le squadre sono molto più forti: devo migliorare e perfezionare il mio gioco secondo le idee del Mister".

Il progetto del Milan

"Il Milan è un club che vuole scommettere sui giovani di qualità. Stiamo costruendo una grande squadra anche fuori dal campo. Tutti vogliamo centrare gli obiettivi”.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram