rossonerisiamonoi-milan-ibrahimovic-zlatan-shamrock-rovers-milan
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN IBRAHIMOVIC SHAMROCK ROVERS – Non svegliare il can che dorme. Se mai avesse dormito, poi, quell’autentico animale da gol che risponde al nome di Zlatan Ibrahimovic. I tifosi dello Shamrock Rovers avevano pensato bene di deriderlo con uno striscione che ironizzava sulla sua età: sono stati ripagati con l’unica moneta che lo svedese conosce, quella del gol. Ma mai come in questo caso sarebbe riduttivo parlare dell’importanza di Ibra in questo Milan limitadosi alla sola pur decisiva segnatura di ieri sera. Zlatan è un autentico trascinatore, condottiero a parole e nei fatti. Pioli, non nuovo a sottolineare la leadership dello svedese, lo ha ricordato ieri publbicamente.”Ibra è un giocatore troppo intelligente, capisce dove meglio posizionarsi. A inizio partita veniva troppo basso a giocare e dopo lo abbiamo usato più alto. Zlatan è un campione”. Queste le parole del tecnico rossonero. Il suo pensiero è condiviso anche dala stampa sportiva e da tutti i tifosi rossoneri.

Ibrahimovic: decisivo contro lo Shamrock Rovers, totem per il presente del Milan

La Rosea oggi in edicola, oltre a dedicare la prima pagina al gigante di Malmoe, spiega nel dettaglio l’importanza di Ibra in questo Milan. Lo svedese è stato messo al centro del progetto innanzitutto dal tecnico Pioli, ma anche dalla stessa dirigenza. Che ha aspettato a lungo il suo rinnovo di contratto per poi buttarsi a capofitto, e con profitto, sul mercato. Gli stessi compagni non perdono occasione per sottolineare la centralità di Ibra che è capace, allo stesso tempo, di incoraggiare e rimproverare, avendo in testa un solo obiettivo: la vittoria. L’ex Manchester United ha sempre detto di non voler restare per essere una mascotte, ma di volere lottare, ancora a quasi 39 anni, per qualcosa di importante. La strada, il primo piccolo passo, è stata tracciata ieri sera. Il Milan avanza al terzo turno preliminare di Europa League. Ora sotto col Bodo Glimt, per un match che sa tanto di derby scandinavo per Ibra. Alzi la mano chi pensa che Zlatan possa non essere decisivo anche tra 6 giorni…