rossonerisiamonoi-milan-sarri-maurizio-juventus-milan-juventus
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN JUVENTUS SARRI – La Juventus acciuffa il pareggio su rigore proprio allo scadere del tempo regolamentare e Sarri evita la seconda sconfitta consecutiva in pochi giorni. Controverso l’umore del tecnico toscano ai microfoni di Rai Sport nel post-partita. Ecco le sue parole.

Sarri su Milan-Juventus

“Siamo in una fase in cui facciamo fatica a crescere. Bene in costruzione, mancati negli ultimi 20 metri. Se miglioriamo nel palleggio, miglioreremo. Gol? Circostanze evitabili, oggi quella palla lenta era facile da difendere. Facciamo fatica a migliorare. Venivamo da una sconfitta, ma abbiamo fatto un buon risultato in vista del ritorno”.

Sarri sui gol subiti dalla Juventus

“Se avessi delle risposte certe, si partirebbe da 0-0. Eviterei di prender gol. Stasera non abbiamo attaccato una palla lenta e facilmente difendibile, non andava portato Ibrahimovic in area di rigore. Lui è stato fondamentale nel gol, anche se non la tocca”.

Sui problemi della Juventus, evidenziati anche contro il Milan

“È impensabile fare una crescita continua, non è possibile nella vita, figuriamoci nello sport. Siamo in un momento in cui la crescita è bloccata. Sono tempi lunghi, prima stavamo meglio, ora meno. Difficile da programmare una crescita adesso. Dobbiamo lavorare sui gol evitabili. Il calcio è cambiato, non si subiscono più pochi gol. Abbiamo preso 2 gol più della miglior difesa del campionato. Possiamo fare di più”.

Sarri sulla prestazione dei singoli contro il Milan

“Discreta partita di Pjanic. Le uscite da dietro sono state buone, visto il loro pressing e il terreno insidioso. Ci sono mancati gli ultimi 25 metri. Ronaldo è stato lasciato troppo solo per essere incisivo. Lentezza dei entrocampisti? Non sono d’accordo”.

Sarri sull’assenza di Chiellini nella difesa della Juventus

“Giorgio ci manca, è evidente, come mancherebbe a tutti. Dà personalità ed energia. Recupero? Dipende da lui. Per ora ha sensazioni di discreto livello. Vedremo dalla prossima settimana”.