rossonerisiamonoi-milan-diaz-brahim-giocatore-milan
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA MILAN – Il Milan dopo le due vittorie nette di Torino è con un piede in Champions League. La società comincia a pensare al futuro del club rossonero, alzare il gradino anno dopo anno è sempre stato l’obiettivo della dirigenza.

Pioli, Brahim Diaz e Tomori

La qualificazione in Champions League sarà la svolta per il Milan. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Pioli è un punto fermo di questa squadra. Il tecnico ha una buona parte dei meriti per questo traguardo ormai alle porte e il Milan vuole tenerselo stretto. Il contratto scadrà nel 2022, non c’è l’urgenza per il rinnovo, ma la dirigenza tecnica e la proprietà sono d’accordo nel tenerlo saldo sulla panchina. A fine campionato, poi, entreranno nel vivo anche le trattative con Chelsea e Real Madrid per Tomori e Brahim Diaz. Sul riscatto del difensore non ci sono dubbi, mentre per lo spagnolo bisognerà trattare, durante la scorsa estate non è stato fissato un opzione d’acquisto.