Strinic: "Il Milan non è per tutti. Per me difficile parlarne"

16 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

STRINIC MILAN -Difficile considerare Ivan Strinic un ex milanista, visto che non ha neanche mai debuttato in rossonero, ma a TMW ha parlato della situazione della sua vecchia squadra.

Le parole di Strinic

"Difficile parlarne, ho vissuto solo qualche settimana. Poi sono tornato in Croazia. Il Milan ha cambiato tanto. Allenatore, direttore sportivo. Il mister non mi vedeva come una prima opzione. Quando ho visto che non ero considerato non volevo rimanere solo per allenarmi. Ho giocato in ritiro qualche partita, ho parlato con i direttori e abbiamo deciso di separarci. Rispetto a come vanno le cose per adesso, Gattuso sicuramente ha fatto meglio. Però non siamo riusciti ad andare in Champions League. Con Gattuso e il suo staff sono stato bene, però sono arrivato in ritardo e quindi era difficile giocare. Credevo che rimanessero e di fare il ritiro con loro per avere più spazio. E invece…".

Giampaolo

"Sono stato nove mesi con Giampaolo, è stato un anno strano. I primi mesi ho giocato, poi non mi hanno più fatto giocare da quando hanno saputo che sarei andato al Milan. Il Milan è una società grande, ha una storia. Non è per tutti. Ma Giampaolo ha tante qualità, lui e il suo staff. Non so cosa sia successo, avevamo fatto un buon ritiro. Quello che è successo è strano. Ci voleva tempo. Ma con Pioli il Milan si rialzerà, ha tanta esperienza e può fare bene”

Tags:
© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram