Codancons: "Pronti a chiedere la Serie B e la revoca degli scudetti della Juventus"

Tempo di lettura: < 1 minuto

CODACONS JUVENTUS - Ill Codacons minaccia la società bianconera e annuncia di voler andare per vie legali. Il presidente Marco Donzelli lo ha comunicato con una nota ufficiale che fa tremare la Juventus.

La nota del Codacons

“Aldilà delle responsabilità individuali, il club non potrà andare esente da punizione. Per questo e a tutela di migliaia di tifosi presenteremo un esposto all’Antitrust ed alla Procura Federale chiedendo la retrocessione del club bianconero in Serie B e la revoca degli ultimi scudetti vinti con l’ombra di queste operazioni illecite”.

UFFICIALE Monza, Galliani positivo al Covid-19

Tempo di lettura: < 1 minuto

UFFICIALE MONZA GALLIANI - Attraverso un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito, ripreso anche dal profilo Twitter della società brianzola, il Monza ha diffuso la notizia della positività al Covid-19 di Adriano Galliani. L'attuale AD del club lombardo, dirigente di trentennale durata del Milan dell'era Berlusconi, sarebbe comunque asintomatico ed in buone condizioni. Ecco la nota del club biancorosso.

Il comunicato ufficiale del Monza: Galliani positivo al Covid-19

"A.C. Monza comunica che Adriano Galliani è risultato positivo al Covid-19, a seguito dell'ultimo tampone molecolare a cui si è sottoposto.L'Amministratore Delegato biancorosso, in ottemperanza alle normative sanitarie in vigore, è entrato in regime di quarantena a domicilio".

Monza, Balotelli in gol dopo quattro minuti nel suo match d'esordio

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONZA - E' un 30 dicembre da ricordare per tutti i tifosi del Monza. La squadra brianzola, alla caccia di una prima promozione in serie A attesissima, ha chiuso il suo 2020 vincendo 3-0 il big match casalingo contro la capolista Salernitana. Ma è stata soprattutto la prima gara di Mario Balotelli, colpo a parametro zero di Berlusconi e Galliani che alla fine lo hanno rivoluto dopo l'esperienza vissuta tutti insieme ai tempi del Milan. E SuperMario ci ha messo solo quattro minuti per ripagare (almeno per ora) la fiducia riposta in lui.

Il Monza di Balotelli

Schierato titolare da Brocchi contro la Salernitana in un tridente con Boateng e Mota, Balotelli ha segnato appunto al 4' grazie ad un errore di Mantovani. Il cross di Carlos Augusto gli ha permesso quindi di sbloccarsi, dieci mesi dopo l'ultima marcatura, risalente ai tempi del Brescia. Va anche ricordato come Mario non giocasse addirittura dal 9 marzo (Sassuolo-Brescia). Nelle ultime settimane ha perso cinque chili per rimettersi in forma, dopo la lunga inattività. I 250.000 euro spesi per sei mesi di contratto potrebbero essere davvero un affare, soprattutto in un torneo come quello cadetto. Ovviamente però è presto e bisognerà aspettare la fine del campionato per capire se Galliani avrà davvero azzeccato l'ennesimo colpo del condor.

UFFICIALE L'ex rossonero Boateng passa al Monza

Tempo di lettura: < 1 minuto

UFFICIALE MONZA BOATENG - Colpo ad effetto del Monza di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani. Dalla Fiorentina arriva infatti Kevin Prince Boateng. L'ex calciatore del Milan, dopo aver svolto le visite mediche nei giorni scorsi, è stato ufficializzato oggi tramite un comunicato sui canali della società lombarda. Per il ghanese comincia così una nuova e affascinante avventura.

Il comunicato del Monza su Boateng

"A.C Monza comunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla Fiorentina Kevin-Prince Boateng, che ha firmato un contratto fino al 30/6/2021, con opzione di rinnovo per il secondo anno, al verificarsi di determinate condizioni. L’11esimo acquisto dell’estate biancorossa è un giocatore dal curriculum prestigioso, con esperienze tra le altre nel Milan, Borussia Dortmund, Tottenham e Barcellona. Vanta 35 presenze in Champions League e 14 con la Nazionale del Ghana. Benvenuto Kevin-Prince!".

Prima storica promozione per lo Spezia: in Serie A dopo 114 anni

Tempo di lettura: < 1 minuto

SPEZIA SERIE A – È festa grande in Liguria con lo Spezia che vince il playoff contro il Frosinone e conquista la sua prima storica promozione in Serie A, a 114 anni dalla nascita del club. Nella partita di ritorno contro i ciociari, la squadra di Italiano perde 1-0 ma, grazie alla vittoria col medesimo risultato nella gara d’andata e al miglior piazzamento in campionato, può festeggiare il traguardo.

Serie A, lo Spezia è la terza squadra promossa

Dopo il Benevento e il Crotone, lo Spezia è quindi la terza squadra promossa in Serie A. Una promozione meritata essendo, la squadra ligure, classificatosi proprio alle spalle delle altre due neopromosse. Ma anche un traguardo raggiunto grazie alla costanza degli ultimi anni: con 6 partecipazioni alla post season, lo Spezia è la squadra che ha disputato più playoff di tutte, senza mai ottenere la promozione.

Superpippo Inzaghi, il doppio ex: "Stasera Juventus favorita ma…"

Tempo di lettura: < 1 minuto

JUVENTUS MILAN INZAGHI – Filippo Inzaghi, per tutti Superpippo, attuale allenatore del Benevento prossimo alla promozone in Serie A, e vecchia gloria del Milan ma anche della Juventus, ha parlato a La Gazzetta dello Sport della sfida di stasera tra le sue due ex squadre. Ecco le sue parole.

Inzaghi su Juventus-Milan

JuveMilan non sarà mai come le altre partite. Quando giocavo, la prima grande sfida della stagione era il Trofeo Berlusconi. In estate le squadre erano ancora in rodaggio, ma San Siro si riempiva e anche gli ascolti in tv erano altissimi. La gente aveva voglia di calcio e sarà così pure stavolta. Ci sono tante incognite, nessuno può essere al 100%”.

L’analisi di Inzaghi

“La Juve è favorita, è superiore e ha alcuni vantaggi: il risultato dell’andata, il fattore campo anche se non c’è il pubblico, le assenze pesanti nel Milan. Però in una gara secca può succedere di tutto e proprio lo stadio chiuso può essere d’aiuto per i rossoneri. Ronaldo? Lo porto come esempio nel mio spogliatoio perché so come si allena. Mi spiace che sia saltata la sfida tra lui e Ibra".

Il Monza di Berlusconi e Galliani: "Milan, ci vediamo a San Siro!"

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONZA MILAN BERLUSCONI GALLIANI - Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani. Per trent'anni la coppia che, con investimenti e pianficazione manageriale, ha portato il Milan sul tetto del mondo: 29 trofei, praticamente uno all'anno. Dal settembre del 2018 i due collaborano, con le medesime cariche occupate al Milan, nel Monza. La società brianzola, prima nel girone A della Serie C, è stata promossa d'ufficio in Serie B grazie alle disposizioni del Consiglio Federale di lunedì scorso. La grande soddisfazione per l'importante traguardo raggiunto ha portati i due dirigenti a fare una sorta di promessa: tornare il prima possibile in Serie A per poter sfidare il loro amato Milan a San Siro.

Berlusconi vorrebbe Ibra, Galliani più cauto

Il Monza può quindi già pianificare, con largo anticipo, il futuro. L'euforia nell'ambiebte brianzolo appare contagiosa. Si vocifera di una possibili proposta per Ibra, voluto anche a gennaio dal Presidente Berlusconi, ma Galliani "frena", dopo che lo svedese era stato già seguito dal dirigente qualche mese fa, con la trattativa che saltò a causa del Coronavirus, per citare le parole dello stesso Galliani. Si fa largo l'idea di costituire una sorta di piccolo Milan all'interno di un progetto vincente: Berlusconi vorrebbe ingatti ingaggiare Daniel Maldini, per dare quel tocco di rossonero al suo biancorosso Monza.

FIGC, il Consiglio Federale boccia le proposte della Lega Calcio: Piano B con Playoff-Playout, l'algoritmo come ultima soluzione

Tempo di lettura: < 1 minuto

FIGC SERIE A PLAYOFF PLAYOUT ALGORITMO – È il terminato il Consiglio Federale dalla FIGC che avrebbe dovuto stabilire quali strade seguire nel caso in cui il campionato dovesse essere sospeso nuovamente. Con la maggioranza di 18 voti a favore e 3 contrari, il Consiglio ha approvato la proposta di Gravina in caso di nuovo stop al campionato: Piano B con Playoff e Playout, Piano C con l’algoritmo. Bocciata dunque la proposta emersa nei giorni scorsi col Lodo Cairo, votato a favore da 16 società in Lega Calcio.

Le delibere del Consiglio Federale: si a Playoff ed algoritmo

Se il campionato, dopo esser ripartito il prossimo 20 giugno, dovesse fermarsi nuovamente a causa di un nuovo positivo, si tenterà la via dei playoff e dei playout. L’unico modo, secondo la FIGC, per poter assegnare i titoli facendo disputare meno incontri. Se però il Piano B rappresentato dagli scontri diretti all’americana non potesse essere applicato per questioni di tempo e/o di sicurezza degli atleti, scatterebbe il Piano C incarnato dall’ormai famoso algoritmo. Che a quel punto verrebbe utilizzato per stabilire le qualificazioni alle competizioni europee e le retrocessioni.

FIGC: le delibere sulla C e sul calcio femminile

Per quello che riguarda il campionato di Serie C, si è stabilito che Monza, Vicenza e Reggina siano promosse in Serie B, mentre la Lega Pro ripartirà con PlayOff e PlayOut, per stabilire l’ultima promozione e le varie retrocessioni: Gozzano, Rimini e Rieti ripartiranno dalla Serie D. È stato inoltre deliberato lo stop definitivo alla Serie A Femminile, che quindi chiude in anticipo la sua stagione.

Serie A, il blocco retrocessioni scatena lo scontro con la B: il Benevento tuona, la FIGC boccerà la proposta

Tempo di lettura: 2 minuti

SERIE A BENEVENTO FIGC - Non poteva che creare scalpore l’indicazione della Lega Serie A, emersa dalla riunione tra i 20 Presidenti del massimo campionato italiano, a proposito del blocco delle retrocessioni qualora ci fosse uno stop definitivo delle competizioni. Come evidenziato dal Corriere dello Sport in edicola stamattina, sarebbe in atto un vero e proprio scontro tra la Serie B, capeggiata dall’agguerritissimo Presidente del Benevento, Oreste Vigorito, e i club di Serie A. Ovviamente in queste situazioni non è difficile rilevare interessi di parte in entrambi gli schieramenti. L’orientamento della Lega Calcio è emerso da una proposta di Urbano Cairo, il Presidente del Torino: ovvero una delle squadre in lotta per evitare la retrocessione; dall’altro lato si leva forte la protesta di un club, il Benevento, che sta dominando la serie cadetta. E a cui bastano pochi punti per l’aritmetica promozione in A. Che verrebbe però congelata in caso di blocco del campionato. Il Patron dei campani, il succitato Vigorito, ha fatto sentire la sua voce dalle colonne del Corriere dello Sport.

Le parole del Presidente del Benevento Vigorito: guerra aperta alla Lega Serie A

“Devo accettare che il Brescia resti in A con 16 punti e il Benevento in B con 69, due e mezzo a partita, quasi cento potenziali? Ma di cosa stiamo parlando? Vogliono congelare la classifica in caso di stop? Allora niente qualificazione in Europa per chi pensa di averla meritata. Il Covid è vissuto da molti come una tragedia e da altri come un’opportunità. Siamo al blocco dei cervelli e della dignità. Qui c’è qualcuno che vuole tenersi il menu e lasciare a noi dei panini al formaggio scaduto. Il calcio come industria dello sport è un concetto volgare. Io, come altri presidenti, ho sottratto tempo e risorse alla famiglia, ai miei collaboratori, ai dipendenti per quella che è soltanto una passione. Ne devo rispondere anche a loro. Quando abbiamo investito in questi anni? Se glielo dico i miei figli mi diseredano. Sono pronto a tutto se non fanno salire il Benevento in Serie A.

La posizione della FIGC

Secondo quanto riporta l'edizione odierna di Tuttosport, il Consiglio Federale in programma domani sancirà la bocciatura della proposta avanzata dai 16 club di Serie A a proposito del blocco retrocessioni. Non è ancora chiaro se il Presidente Gravina riproporrà il tanto vituperato algoritrmo o se si studieranno ipotesi alternative.

Serie A, il Comunicato Ufficiale della FIGC : "I campionati devono concludersi entro il 20 agosto"

Tempo di lettura: 2 minuti

SERIE A UFFICIALE FIGC - Ci siamo. Dopo l'approvazione del Protocollo da parte del CTS, Il Consiglio Federale della FIGC ha posto un altro tassello per la vera e propria ripresa delle competizioni ufficiali. Emanando un Comunicato in cui si annunciano le date della "nova" stagione 2019-20, con indicazioni che tengono conto anche di una eventuale nuova sospensione, nonché di uno stop definitivo. I campionati andranno terminati entro il 20 agosto, ma la Serie A conta di partire il 13 giugno e di finire il 2 agosto. La stagione 2019-20 si concluderà entro il 31 agosto, con l'ultima appendice dedicata al completamento della Coppa Italia, competizione in cui il Milan è ancora impegnato. Ecco la nota ufficiale dal sito della FIGC.

Il Comunicato Ufficiale della FIGC

"La FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni.

Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre".

Sull'attività dilettantistica e la Serie A Femminile

"Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva.

Per quanto riguarda la Serie A Femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa, in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC".

Termini tesseramento in ambito professionistico per la stagione 2020/2021

"Nelle more della definizione dei nuovi termini di tesseramento per la stagione sportiva 2020/2021, che saranno stabiliti prossimamente, ha deliberato i termini di deposito dei contratti preliminari: dal 1 giugno al 31 agosto".