Pioli in conferenza: "Le voci su Conte? Un po' mi annoiano..."

2 Febbraio 2024
- Di
Vincenzo Zurzolo
Stefano Pioli allenatore in panchina, derby Inter Milan conferenza intervista
Tempo di lettura: 3 minuti

PIOLI MILAN CONFERENZA STAMPA - L'allenatore del Milan Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Frosinone, anticipo del 23° turno di campionato.

SEGUI ROSSONERISIAMONOI.IT ANCHE SU FACEBOOK

Pioli e le conseguenze per il Milan del pari col Bologna

"La cena era programmata prima del Bologna. Per gli incontri avuti e gli allenamenti fatti sono sicuro che la squadra sia consapevole del momento, la stagione è ancora lunga".

Su Inter-Juventus

"C'è domenica, è vero, ma per noi conta domani, c'è il Frosinone: giocano molto bene".

Su Bennacer

"Conosciamo tutti le sue qualità, ci può dare molto in intensità e qualità. Ha avuto un leggero problema con l'Algeria, ha ripreso ieri e non può avere un grande minutaggio. Sta bene, è a disposizione".

Le voci su Conte

"Non mi danno alcun fastidio, ma un pochettino mi annoiano, però nel calcio moderno è normale. Due colleghi hanno annunciato 5 mesi prima il loro addio a panchine prestigiose. Quello che conta è che io e i miei giocatori vogliamo dimostrare il nostro valore fino a fine stagione, poi vedremo".

Lo studio della partita

"Possiamo fare meglio, difendere meglio in certe situazioni".

La decisione sul rigorista

"Io l'ho deciso, domani lo dirò alla squadra".

Il mancato arrivo di un altro difensore

"Non è arrivato un altro difensore perché le opportunità sul mercato non rispondevano alle nostre e alle mie esigenze. Cercavamo un difensore di livello e pronto, non da un altro campionato, che dovesse imparare la lingua. Non c'è stata la possibilità di migliorare il livello dell'organico".

La cessione di Pellegrino

"Ha bisogno di giocare, qui in questo momento avrebbe fatto fatica".

Le parole di Capello e Braida

"Non si può tornare troppo indietro. Calhanoglu non gioca con noi da anni, abbiamo vinto lo Scudetto senza di lui; Kessie ha fatto un'altra scelta. A me piace tanto la squadra che ho. Per le aspettative che abbiamo pareggiare una gara è una delusione. Abbiamo fatto 5 gol in più dell'anno scorso e ne abbiamo subiti 5 in meno. Non siamo da metà classifica, vogliamo fare più punti del girone d'andata".

I problemi in difesa

"Non è un problema di uomini, ma di organizzazione, comunicazione e intensità. Poi le caratteristiche di certi giocatori sono diverse rispetto alla scorsa stagione. Dobbiamo provare a fare un gol in più degli avversari".

Sugli obiettivi

"Credo nei miei giocatori, i confronti avuti in settimana mi convincono ancor di più di avere un gruppo forte. Poi scommettere non si può. L'obiettivo? Vincere tutte le gare da qui alla fine".

Sul tipo di difensore cercato

"Mi serviva un giocatore pronto, che conoscesse il campionato, poi si penserà alla prossima estate. Lenglet o Brassier? Tutte le opportunità valutate non le abbiamo ritenute all'altezza di quanto ci serviva, punteremo su Simic".

Sul centrocampo

"Daremo fiducia a Zeroli, diventerà il sesto centrocampista al posto di Pobega".

Sul modo di giocare

"Cerchiamo di comandare le partite: sappiamo attaccare bene, ma dobbiamo difendere meglio".

Sulla lista UEFA

"Simic non può andare in lista B, per mettere lui serve togliere uno straniero. Dunque c'è Terracciano".

Sulle critiche

"A me dà fastidio non aver vinto la gara di sabato. È giusto che su di noi ci siano aspettative alte, aspettiamo la fine per vedere che lavoro saremo riusciti a fare. Conosciamo le nostre qualità".

Sul saper correre all'indietro

"Preferiamo correre in avanti: se riusciamo ad interrompere il gioco del basso dell'avversario ci sono maggiori possibilità di impedire gli attacchi, guadagnando fiducia ed entusiasmo. Si parla molto di tattica, io più di mentalità che di strategia. Riguardate il rigore preso contro il Bologna con tutta la squadra sotto palla: bastava comunicare e prendere meglio delle posizioni. Sul cross di Orsolini eravamo 6 contro 3: bisogna migliorare in quelle situazioni lì. Se possiamo correre in avanti lo faremo, se dobbiamo difendere un po' più bassi lo faremo. Poi se vinciamo si dice che si gioca bene, ma se non si vince...".

Su cos'è mancato in Champions

"Concretezza e fortuna".

Su Adli

"Sta migliorando molto anche i numeri in fase difensiva. Può giocare con Bennacer".

L'ottimismo della squadra in campo

"È una buona lettura. In particolare in alcuni momenti della partita dobbiamo avere più attenzione".

Articolo della categoria:

Seguici Su

Advepa 3D for BusinessBanner con il logo dei servizi Discrod Sgravotech
Classifica Serie A 2023-2024
PosTeamPGVPSPt
124203163
225166354
325164552
426139448
524143745
625125841
725124940
825115938
924106836
92599736
112689933
112589833
1326671325
1425591124
1525651423
1526314923
1725551520
1726481420
1925471419
2025271613
© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram