Nuovo stadio, cattedrale di vetro o due anelli intrecciati

19 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN INTER NUOVO STADIO – Si entra nella fase clou per quanto riguarda il nuovo stadio di Milan e Inter. Venerdì 27 settembre saranno presentati al pubblico i due progetti rimasti in corsa. Ieri le due società hanno fatto partire il percorso politico sul futuro del Meazza. Nell’attesa della dichiarazione di pubblico interesse da parte del Comune, verranno inoltre coinvolti i cittadini con un sondaggio. E l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, presenta le caratteristiche dei due progetti.

Nuovo stadio, il progetto di Populous: “La Cattedrale del Calcio”

Il progetto dello studio statunitense Populous richiamerebbe due eccellenze della città di Milano: il Duomo e la Galleria Vittorio Emanuele II. Inoltre, giocherebbe molto su luci e vetri, permetterebbe colorazioni diverse a seconda della squadra impegnata. Si parla di un progetto avveniristico, interrato (30 metri l’ altezza in superficie) e costituito da un parallelepipedo di “cristallo” che evoca il concetto della “Cattedrale del calcio”.

Il progetto di Manica-Cmr

L’altro stadio, quello progetto dallo studio italo-americano Manica-Cmr si base invece su un concetto più tradizionale seppur bello e moderno. Il segno distintivo di questo impianto sarebbero due anelli che si incrociano, a simboleggiare la coesistenza di Milan e Inter nella stessa casa. La similitudine tra i due progetti riguarda la zona esterna, che prevede strutture commerciali e a uffici e che prenderebbero la forma di due grattacieli, e la capienza: tra i 60 e i 65 mila spettatori.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram