Milan, ipotesi Shevchenko per la panchina?

1 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN SHEVCHENKO - Andriy Shevchenko, ex assoluto fuoriclasse del Milan ed attualmente C.T. dell'Ucraina, sarà stasera a San Siro per assistere al match di Champions League tra Atalanta e Shakhtar Donetsk. Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, l'occasione sarà propizia anche per una cena con alcuni suoi ex compagni. Tra cui sicuramemte Paolo Maldini, per un festeggiamento postumo del suo compleanno, caduto il 29 di settembre. Considerando il momento poco felice dei rossoneri, e ben conoscendo il grande rapporto che lega Sheva e Maldini, il quotidiano ipotizza che dietro questo viaggio di lavoro dell'ex Pallone d'Oro ucraino ci possa essere una clamorosa ipotesi di ingaggio dello stesso come nuovo allenatore del Milan.

Shevchenko a Milano

A spegnere i suggestivi rumors che vorrebbero Sheva in procinto di accettare l'incarico di nuovo allenatore del Milan ci sono diversi fattori. Prima di tutto l'ex attaccante rossonero sta guidando, con ottimi risultati, la sua Ucraina verso la qualificazione ai prossimi Europei, comandando il suo girone con cinque punti di vantaggio sul Portogallo. Difficile che possa mollare un incarico di così grande responsabilità e gratificazione per accettare, a campionato in corso poi, un'eventuale proposta di sedersi sulla panchina del Milan. In secondo luogo la dirigenza rossonera ha già confermato la fiducia a Giampaolo dopo la debacle subìta contro la Fiorentina. Altro motivo per ritenere improbabile l'ingaggio di Sheva risiede nella ricerca di altri profili che eventualmente sarebbero più adatti di lui a prendere il posto di Giampaolo. Allegri e Ranieri su tutti. Per non parlare della mai tramontata ipotesi Spalletti.

Sheva, doppio incarico?

L'unica strada realmente percorribile, non priva di ostacoli ovviamente, è quella che vedrebbe Shevchenko dividersi tra la panchina della sua Nazionale e quella del Milan. Ricoprendo quindi un doppio incarico che non sarebbe una novità assoluta nel mondo degli allenatori. Questo però non garantirebbe quella stabilità e quella esclusiva attenzione alle complicate vicende rossonere che il momento richiede. Ad ogni modo, dopo la cena di stasera ne sapremo di più.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram