rossonerisiamonoi-milan-tommaso-pobega-pordenone
Foto Getty
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il futuro del Milan si chiama Tommaso Pobega. Il centrocampista classe 1999 nato a Trieste e cresciuto nel settore giovanile rossonero ha ben figurato in questa stagione con la maglia della sorpresa Pordenone in Serie B. La dirigenza del ‘Diavolo’, in attesa di novità sul fronte allenatore con l’ombra Rangnick su Stefano Pioli, studia il piano per la prossima stagione con il 20enne pronto a compiere il definitivo salto di qualità.

No al Locatelli-bis

L’obiettivo è certamente evitare l’errore commesso con Manuel Locatelli. L’ottima stagione con la maglia del Sassuolo e gli occhi di Inter e Juventus hanno fatto riflettere il Milan sulla scelta della scorsa estate, quando il classe 1998 è stato ceduto per circa 14 milioni di euro. Le ottime prestazioni di Pobega con il Pordenone al suo primo anno tra i professionisti hanno impressionato positivamente lo staff dirigenziale rossonero, che sta valutando se tenere in prima squadra il 20enne o mandarlo nuovamente in prestito.

Pobega e la scelta

Dipenderà dal piazzamento finale del Milan, che dovrà conquistarsi sul campo il pass per l’Europa League, ma non solo. Il club rossonero sta valutando se inserire Pobega nella rosa della stagione 2020/2021 o mandarlo nuovamente in prestito, ma questa volta in Serie A. Un percorso di crescita che potrebbe riportarlo la prossima estate o al massimo tra due di nuovo nel Centro Sportivo di Milanello. Al temine dell’emergenza Coronavirus, il Milan incontrerà Pobega e il suo entourage per capire insieme quale strada intraprendere e tracciare la strada del futuro.