Kessié, l'agente contro i cori: "Il comunicato del Verona è inaccettabile"

17 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN KESSIE CORI VERONA - Non spegne il dibattito sui vergognosi cori razzisti nei confronti di Franck Kessié nel match tra Milan e Hellas Verona. Ad accendere ancor di più gli animi è stato il comunicato del club gialloblù che ha "giustificato" i proprio tifosi. Nei referti arbitrali, inoltre, non sono stati riportati simili comportamenti da parte dei veronesi. A parlare della vicenda è stato George Atangana, procuratore di Kessié, in una intervista a La Repubblica: "I cKessié, l'agente contro i cori: "Il comunicato del Verona è inaccettabile"alciatori africani hanno le spalle larghe, ormai non ci fanno caso più di tanto. Ciò non significa che questi episodi non li feriscano. E che la deriva vada assolutamente fermata. Anche le parole sono importanti".

Milan, l'agente di Kessié contro il Verona

Atangana ha poi puntato il dito contro l'Hellas Verona: "Quel comunicato l’ho trovato inaccettabile, vergognoso. Smentisce i fatti e conferma la tendenza a considerare normale ciò che non lo è affatto. Non vedo alcuna vera volontà, in Italia, di affrontare e risolvere il problema, come invece accade in altri Paesi europei. Bisogna innanzitutto che gli organismi preposti non chiudano gli occhi e non si tappino le orecchie. Poi, se gli insulti vanno avanti, si sospendano le partite. Ma ho la sensazione che non ci sia la volontà di intervenire sul serio. Ci si lava la coscienza con le multe da 5 o 10 mila euro ai club: inutili. Servono interventi decisi. Fare finta di niente è complicità coi razzisti. Ne va della credibilità stessa delle istituzioni"

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram