ilsalottodelcalcio-roberto-mancini-nazionale-italia-panchina
Foto Getty
Tempo di lettura: < 1 minuto

ITALIA MANCINI EUROPEO – Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato ai microfoni di Sky Sport del spostamento dell’Europeo al 2021 e del campionato di Serie A.

Italia, Mancini sul rinvio dell’Europeo

“Nessun di noi avrebbe voluto non giocare gli Europei. Questa è una grande amarezza. A livello calcistico per l’Italia il rinvio di un anno degli Europei può anche andare bene, abbiamo una squadra giovane, i ragazzi più giovani potranno fare esperienza. Giocando a giugno avremmo avuto delle possibilità ma sicuramente al momento ci sono squadre più preparate perché sono partite prima nel processo di ringiovanimento della rosa e altre come la Francia già affermate. Con un anno in più i ragazzi potranno migliorare”.

Sugli attaccanti Azzurri

“Siamo messi abbastanza bene in tutti i reparti, magari potremmo andare a trovare un altro attaccante dietro a Immobile e Belotti, con qualità diverse. Zaniolo attaccante? Intanto speriamo che recuperi bene dall’infortunio: ha tempo davanti, poi è giovane e può migliorare dal punto di vista tecnico e tattico. Sicuramente può ricoprire diversi ruoli, ma non credo possa essere il numero 9. Speriamo che Kean, essendo giovane, possa giocare e migliorare, ma aspettiamo anche i più giovani: la speranza è trovare attaccanti con caratteristiche diverse. Esposito? Mi piace, è giovane, ha già giocato in Champions, deve fare esperienza, ha solo 19 anni. Ce ne sono anche altri interessanti: più ne abbiamo e meglio è”.

Sulla Serie A

“Chi è la favorita? Non è facile come risposta, quello che è successo è anomalo. La squadra che ha più qualità è la Juve, è avvantaggiata. Qui è come riprendere un campionato dopo una sosta estiva, tutto può accadere. La Lazio attuale ha tre o quattro giocatori molto bravi. Quella del 2000 aveva un grande potenziale. Per quanto eravamo forti avremmo potuto vincere molto di più”.