rossonerisiamonoi-milan-coronavirus-gremio-giocatori-mascherina
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

LIVE CORONAVIRUS – Il mondo sta affrontando la pandemia del Coronavirus e anche il mondo del calcio ha subìto un vero e proprio scossone. Non solo in Italia, ma anche nel resto d’Europa. Ogni giorno la redazione di Rossonerisiamonoi.it vi terrà sempre aggiornati su tutte le notizie legate al Coronavirus nel mondo dello sport.

Coronavirus nel calcio, gli aggiornamenti di sabato 25 aprile

Ore 20:00: La Federcalcio Argentina pensa alla chiusura definitiva della stagione

Secondo quanto riportato dall’ANSA, la Federcalcio argentina (Afa), starebbe valutando la possibilità di chiudere definitivamente la stagione per l’emergenza Coronavirus.

Ore 17:30 Montpellier, Sambia in coma indotto a causa del Coronavirus

Junior Sambia, centrocampista di 23 anni del Montpellier, è risultato positivo al Coronavirus. Le condizioni del francese sono serie e attualmente si trova in coma indotto per via dell’infezione polmonare.

Ore 12:00 De Siervo: “Se non si gioca i campioni andranno all’estero”

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Serie A, durante un’intervista a La Repubblica ha lanciato l’allarme legato al Coronavirus e al calciomercato. “Non giocare significherebbe diventare terreno di conquista per i club stranieri, che comprerebbero a prezzo di saldo i nostri campioni”.

Ore 11.00 Ferrero: “Pensiamo a fare un grande campionato l’anno prossimo”

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, a ‘Un Giorno da Pecora’, su Rai Radio1, ha detto la sua sul futuro del calcio italiano. Stiamo seguitando a prenderci in giro finché qualcuno non ci dice che è uscito un vaccino e siamo tutti sereni. Invece di dire ricominciare questo è meglio rimboccarci le maniche per fare un grande campionato l’anno prossimo”.

Ore 08:30 Lotito: “Indispensabile ripartire”

Il presidente della Lazio Claudio Lotito, intervenuto a Tgr Lazio, non ha dubbi: “Ripartire è a mio avviso indispensabile. Bisogna essere consapevoli dei rischi reali e della situazione del calcio italiano, ma molti parlano senza cognizione di causa. Siamo una grande industria che produce un gettito di 1.2 miliardi per l’erario e se dovesse saltare il meccanismo… si pensi solo alla mutualità che riverbera negli altri sport”.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS