rossonerisiamonoi-milan-conte-antonio-allenatore-inter-derby
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER MILAN CONTE CONFERENZA STAMPA – Non si può certo dire che Antonio Conte, il tecnico dell’Inter, abbia preso bene la sconfitta patita nel derby. L’ex mister della Juve, in conferenza stampa, non ha propriamente reso merito al Milan, evidenziando più che altro gli errori dei suoi sotto porta e lo scarso cinismo mostrato. Ecco le parole dell’allenatore nerazzurro. mostratosi comunque soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi.

La conferenza stampa di Conte: le parole dopo Inter Milan

“Non è il momento di guardare le situazioni extra calcio. Dispiace aver perso una partita ben giocata. Abbiamo creato tantissime occasioni. Sono stati bravi e fortunati. Dispiace per l’impegno dei ragazzi, ci tenevano a vincere la partita. Abbiamo commesso due disattenzioni, ma ripeto: abbiamo avuto tantissime occasioni per pareggiare il risultato. Ogni partita creiamo tante situazioni per fare gol. Dobbiamo essere più freddi, cinici e cattivi e sfruttare le occasioni create. Non ho niente da imputare ai ragazzi, hanno lottato sino all’ultimo e ripeto: non siamo stati fortunatissimi questa sera”.

Conte difende Kolarov dopo Inter Milan

“La solidità difensiva è importante, serve sempre equilibrio. Poi giocando con Perisic e Hakimi da esterni, che di fatto sono due ali, giochiamo con due attaccanti in più. Qualcuno vuole pure il trequartista. Dobbiamo essere bravi a mantenerli. Stiamo parlando di due gol evitabilissimi. Kolarov? Quello è il miglior ruolo per lui in questo momento, per caratteristiche e momento della carriera. Poi è inevitabile: c’è da lavorare con lui e con tutti. Ma ripeto: abbiamo fatto la partita, creato tanti occasioni. Se avessimo segnato avremmo parlato di un’Inter bella. Invece parliamo di una sconfitta nel Derby”.

Conte sul mercato dell’Inter

“Via Godin? Di mercato non parlo. Qualsiasi cosa accaduta è stata una situazione valutata col club. Io deve allenare i giocatori, devo farli migliorare, questo mi riesce bene. Di mercato domandate ai dirigenti”.