rossonerisiamonoi-milan-pioli-stefano-massara-frederic
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN PIOLI EURO 2020 – Quasi tutte le grandi, ad eccezione dell’Atalanta, hanno cambiato la loro guida tecnica per la stagione 2021-22. Alla Juve è arrivato Allegri, all’Inter Simone Inzaghi, il Napoli ha preso Spalletti, la Lazio sta per chiudere per Sarri, ed infine la Roma ha tesserato José Mourinho. E il Milan? I rossoneri hanno il vantaggio di aver confermato il proprio allenatore, capace di costruire attraverso il gioco una stagione importante che ha regalato la qualificazione alla prossima Champions League. Questi fattori costituiscono certamente un grande vantaggio per la truppa rossonera all’alba del prossimo campionato. La Gazzetta dello Sport oggi in edicola ha però individuato almeno un altro punto a favore del club rossonero.

Il vantaggio di Pioli: il Milan ha solo quattro convocati tra le Nazionali di Euro 2020

La Rosea sottolinea che a parte quattro eccezioni (Calhanoglu – la cui permanenza tra l’altro è in dubbio- Rebic, Kjaer e il neo arrivato Maignan), nessun altro rossonero è stato convocato per l’Europeo che inizierà venerdì 11. Quasi tutto il gruppo milanista potrà dunque riposarsi e ricaricare le pile durante l’estate. A questo assunto bisogna anche aggiungere che tra gli esclusi eccellenti – Calabria e Theo Hernandez su tutti – prevarrà sicuramente una voglia di rivalsa nei confronti dei loro CT per la mancata convocazione ad Euro 2020. Una spinta in più per concentrarsi anima e corpo alla causa rossonera.