Il nuovo Milan riparte dal "Fattore P": Pioli, Piatek e Paquetà

11 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

PIOLI MILAN - Marco Giampaolo chiedeva tempo, Stefano Pioli tutt'altro. Il nuovo allenatore del Milan ha le idee chiare su come risollevare la squadra. Il tecnico, già dalla prima conferenza stampa, ha richiesto ai suoi giocatori intensità. Il club rossonero punta alla Champions e il primo passo da compiere per tornare ad ottenere bel gioco e risultati è recuperare due calciatori fondamentali: Piatek e Paquetà.

Il "Fattore P"

Il bomber polacco, ancora decisivo con la Nazionale ma opaco nel Milan, aveva brillato con Gattuso per poi sparire nei primi mesi di gestione Giampaolo. Come riporta Leggo, l'attaccante è stato pagato 45 milioni lo scorso anno, e da lui ci si aspetta di più rispetto ai due gol (tra l'altro su rigore) realizzati sino a qui. Il giocatore aveva ammesso che con il tecnico ex Sampdoria il feeling non era mai scattato. Ora, con Pioli, avrà la possibilità di rilanciarsi. Stesso dicasi per Paquetà, mai veramente capito dall'ex blucerchiato. Il brasiliano, nell'idea di Pioli, tornerà a spaziare libero a centrocampo. Recuperare Piatek e Paquetà e risollevare il Milan. Obiettivi e strategie sono delineate. Ora serve passare all'azione.

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram