Ibrahimovic: "Farei ancora la differenza in Serie A. Campionato? Juve avanti alle altre, mi dispiace per il Milan"

9 Ottobre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

IBRAHIMOVIC INTERVISTA SKY – Una giornata speciale per Zlatan Ibrahimovic: oggi a Malmoe è stata svelata la statua a lui dedicata. Direttamente dalla sua città natale, lo svedese, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport dove ha parlato della Serie A.

Le parole di Ibra

“Sono pronto al 100% per la Serie A. Per come mi sento e come gioco faccio ancora la differenza, in Italia e in altri paesi. Giocare in Italia? Non vedo problemi, faccio meglio di chi c’è. Secondo me la Juventus sta facendo grandi cose, è il simbolo del calcio italiano per la squadra che ha e per i calciatori che hanno nella squadra. Poi l’Inter sta facendo grandi cose, hanno un grande allenatore, sta spingendo tanto. Altre squadre ci stanno provando ma, secondo me, non sono a livello della Juventus. Un po’ dietro la Juve, c’è l’Inter, secondo me. Mi dispiace tanto per il Milan perché deve essere un club forte, ma non solo per i risultati, anche per gli investimenti. Devono avere i migliori giocatori al mondo, ma oggi non mi sembra che sia così. Bisogna investire, tutto arriva dalla proprietà".

Il Napoli

"Il Napoli? Ho un bel rapporto con Ancelotti, è un grande allenatore ma, soprattutto, è una grande persona. Ho avuto la fortuna di conoscere prima la persona e poi di lavorare con lui, di averlo come allenatore. Mi spiace sia durato solo un anno, avrei voluto più anni, perché era un bel periodo per la mia carriera e, secondo me, anche per lui”

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram