FIFA Best Player 2019, vince Messi. Klopp migliore allenatore, De Ligt nella Top11

23 Settembre 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 4 minuti

IFA BEST PLAYER – Questa sera nella splendida cornice del Teatro La Scala, a Milano, si è svolta la consegna del FIFA Best Player. Lionel Messi si è aggiudicato il premio come miglior giocatore del 2019, mentre a Klopp è andato il riconoscimento per la categoria degli allenatori. Cristiano Ronaldo, il lizza per il premio di miglior calciatore, non si è presentato alla cerimonia ma, come il suo compagno di squadra De Ligt, è stato inserito nella Top11 dell’anno. Di seguito vi proponiamo tutti i vincitori e le dichiarazioni della serata. 

I premi assegnati 

Miglior giocatrice: Megan Rapinoe 
Miglior giocatore: Lionel Messi (Barcellona)
Top11 maschile: Alisson; Ramos, De Ligt, Van Dijk, Marcelo; Modric, De Jong; Mbappé, Messi, Hazard; Cristiano Ronaldo  
Miglior portiereAlisson (Liverpool)
Top11 femminile: Sari van Veenendaal; Lucy Bronze, Nilla Fischer, Wendie Renard; Kelly O’Hara, Amandine Henry, Julie Ertz; Marta, Megan Rapinoe, Rose Lavelle; Alex Morgan. 
Football Fair Play: Marcelo Bielsa e il suo Leeds.
Miglior portiere donna: Sari van Veenendaal 
Miglior allenatoreJurgen Klopp (Liverpool)
Gol più bello: Dániel Zsóri (Debrecen) 
Best Women’s Football coach: Jillian Ellis (USA)

La cerimonia al Teatro La Scala

ORE 22:05 – Prende parola Lionel Messi: “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno votato per me. La verità è che penso che i premi individuali sono una cosa secondaria, prima viene il collettivo. Però è unico vedere mio figlio qui, è straordinario dividere questa gioia con lui”. 

AGGIORNAMENTO ORE 22:00 – Al contrario di ogni previsione, è Lionel Messi il miglior giocatore dell’ultima stagione. L’argentino, sul palco tra fischi e applausi, batte Cristiano Ronaldo e Virgil Van Dijk. A premiare il 10 del Barça è Gianni Infantino, che prima di assegnare il trofeo individuale li ha definiti “tre giocatori che fanno battere il cuore”. 

AGGIORNAMENTO ORE 21:30 – È Jill Ellies, ct degli USA campioni del mondo, il miglior allenatore di calcio femminile. Battuti Phil Neville, ct dell’Inghilterra e Sarina Wiegman, ct dell’Olanda. 

ORE 21:30 – E’ il momento di enunciare il miglior undici femminile del 2019. Questa la formazione ideale: Sari van Veenendaal; Lucy Bronze, Nilla Fischer, Wendie Renard; Kelly O’Hara, Amandine Henry, Julie Ertz; Marta, Megan Rapinoe, Rose Lavelle; Alex Morgan. Delusione per l’assenza di Sara Gama, difensore della Juventus e della Nazionale italiana. 

AGGIORNAMENTO ORE 21:15 – Si assegna ora il Football Fair Play Award. A trionfare è Marcelo Bielsa che, con il suo Leeds, ha concesso all‘Aston Villa di pareggiare dopo essere passati in vantaggio con l’uomo a terra. 

ORE 21:10 – A vincere il premio come miglior portiere donna è Sari van Veenendaal, estremo difensore dell’Olanda nell’ultimo Mondiale: “C’era una ragazza che sognava di giocare per i grandi club d’Europa. Ora può non soltanto giocarci, ma anche essere votata come miglior portiere”. 

AGGIORNAMENTO ORE 21:00 – E’ il momento del premio ai tifosi. Silvia Grecco, la madre di Nikollas, giovanissimo tifoso del Palmeiras, e cieco dalla nascita è la vincitrice. La donna lo accompagna sempre allo stadio e gli racconta cosa succede in campo. “Siamo qui in rappresentanza di tutti i tifosi del mondo e di tutte le persone con disabilità. Il calcio può cambiare la vita. Un giornalista di Tele Globo ha raccontato la nostra storia a tutto il mondo. E grazie a questo oggi io posso parlare al mondo del calcio. Le persone con disabilità esistono. Vanno amate, rispettate, aiutate. Sono grata a Dio per poter parlare al mondo non solo di mio figlio, ma di tutte le persone al mondo con disabilità”. 

E’ Jurgen Klopp il miglior allenatore 

AGGIORNAMENTO ORE 20:55 – Si passa agli allenatori: a contendersi il premio sono Guardiola (Manchester City), Klopp (Liverpool) e Pochettino (Tottenham). A trionfare è l’allenatore dei Reds, che commenta: “Grazie a tutti, a partire dalla mia famiglia. Nessuno vent’anni fa, dieci anni fa, cinque anni fa, si sarebbe potuto aspettare che stasera fossi io. Devo ringraziare il Liverpool: chi non lo ama non ha cuore. No, scherzo. Devo ringraziare la proprietà, ma soprattutto i giocatori. Un allenatore è bravo quanto lo sono i suoi giocatori e io sono davvero orgoglioso di allenare un gruppo così fantastico. Voglio sfruttare questo palco. Non capisco al 100% i premi individuali, ma lo prendo perché sono qui in rappresentanza di tante persone. Noi siamo dei fortunati, e ci sono tante persone che non sono così fortunate. Posso annunciare con orgoglio che da oggi sono un membro della Common Goal Family. Se non sapete cosa sia, cercate su Google”. 

ORE 20:50 – Il primo premio assegnato è il Puskas Award, ovvero il gol più bello della passata stagione. Il vincitore è Dániel Zsóri, attaccante classe 2000, a segno con una splendida rovesciata al terzo minuto di recupero con la maglia del Debrecen contro il Ferencvaros. 

AGGIORNAMENTO ORE 20:45 – Ilaria Da’Amico e Ruud Gullit, presentatori della serata, salgono sul palco. La premiazione ha inizio.  

L’avvicinamento alla premiazione 

AGGIORNAMENTO ORE 20:20 – Arriva la prima notizia della serata: Cristiano Ronaldo, dopo aver disertato la premiazione del FIFA Best l’anno scorso a Londra, sarà assente anche questa sera nella prestigiosa cornice del più importante teatro meneghino. 

AGGIORNAMENTO ORE 20:10 – Alla Scala di Milano arriva il ct della Nazionale, Roberto Mancini: “Non credo debbano esserci dubbi sul fatto che Klopp debba essere l’allenatore dell’anno con quello che ha fatto e vinto. Per vedere degli italiani al The Best? Devono fare bene in Champions. E all’Europeo…”. 

ORE 20:00 – Sopraggiunge Roberto Carlos: “Cristiano Ronaldo è felice e contento alla Juventus, uno dei migliori al mondo. Se fa effetto vederlo senza la casacca del Real? Non ci possiamo fare nulla, del resto ha fatto tantissime cose con quella maglia, per me è il numero uno”. 

AGGIORNAMENTO ORE 19:50 – Da Eto’o a Mourinho. L’ex allenatore dell’Inter, vincitore del Triplete nel 2010, si ferma ai microfoni dei canali ufficiali FIFA: “È fantastico, ma i tifosi dell’Inter non mi lasciano mai solo. Ovunque vada, ci sono tifosi dell’Inter che mi dimostrano il loro amore e il fatto che non dimenticano quanto successo nel 2010”. 

AGGIORNAMENTO ORE 19:40 – Al Teatro La Scala sopraggiunge l’ex interista Samuel Eto’o: “Sono sempre felice di venire a Milano, ho vissuto tanti bei momenti qui. Spero che sarà una bella serata e che chi non vincerà sarà ancora più motivato a vincere l’anno prossimo. Per me i migliori sono Salah e Mané, ma non sono qui”.

ORE 19:30 – Sono tanti i personaggi del calcio presenti all’evento. Il primo a fermarsi ai microfoni di tuttomercatoweb è Juan Sebastian Veron: “Per quello che rappresentano Messi e Ronaldo è normale che siano finalisti, sono giocatori da 50 gol a stagione. Van Dijk è un grande difensore, ha vinto la Champions. Vedremo come va, sarà una valutazione molto serrata”.

Tags:
© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram