Bennacer: "Milan grande sfida per me, la chiamata di Giampaolo è stata decisiva"

29 Agosto 2019
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

MILAN BENNACER - Ismael Bennacer è pronto a prendersi le chiavi del centrocampo rossonero. Come già anticipato dalla redazione di Rossonerisiamonoi.it infatti, l'algerino partitrà titolare contro il Brescia, nell'incontro che si disputerà sabato prossimo alle 18. Sebbene siamo solo all'antivigilia della seconda giornata di campionato, il match assume già un'importanza che forse nessuno credeva potesse avere. La sconfitta di Udine, per il modo in cui è arrivata, ha lasciato parecchi dubbi sulla validità di uomini e modulo scelti da Giampaolo. Che ora ha deciso di ribaltare tutto, affidandosi, tra gli altri, a Bennacer per guidare la riscossa della sua squadra. L'MVP della Coppa d'Africa ha rilasciato un'intervista a DAZN parlando delle sue prime settimane in rossonero.

Bennacer e il suo arrivo al Milan

"È il risultato di un gran lavoro.Questo è solo un punto di partenza. Il Milan mi ha cercato prima della Coppa d’Africa. Io sono un tipo paziente, non amo prendere decisioni tempestive. Ho detto al mio procuratore di filtrare le offerte, di chiamarmi solo quando ci fossero state squadre con un interesse concreto. Lui mi ha detto: "Guarda che il Milan ti vuole più di tutti". Poi, per me, è stato importantissimo ricevere la chiamata di Giampaolo, quando mi ha detto di raggiungerlo in rossonero".

Le parole su Giampaolo

"Giampaolo mi ha detto che gli piacciono i giocatori come me per il suo modo di giocare, mi ha detto che il mio ruolo è il più importante per lui. Questa, allora, sarà una grande sfida per me: amo le sfide. Mi ha detto anche che farò il regista, ma c’è concorrenza in quel ruolo. A me piace tanto il ruolo di regista. Ovvio, gioco anche da mezz’ala, ma il mio ruolo preferito in campo è quello di regista. Lo faccio da meno di un anno, è vero, per la prima volta ho giocato in quella posizione contro la Juventus, l’anno scorso. Però so che ho grandissimi margini di miglioramento".

Bennacer sul suo modo di giocare

"Quando sono sul campo ho fame. Voglio dare tutto per la mia squadra, sul campo i miei dieci compagni sono la mia famiglia, sono miei fratelli. E io per la mia famiglia potrei morire".

Sulla vittoria in Coppa d'Africa

"Non ho ancora del tutto realizzato quello che ho fatto. Alla fine, ho giocato solo 7 partite per l’Algeria. Sono giovane e devo migliorare ma sono contento perché non capita tutti i giorni di poter essere il miglior giocatore della Coppa d’Africa".

 

Articolo della categoria:

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa 3D for Business

Approfondimenti

© Copyright - Rossonerisiamonoi.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram