Allenamento Milan, rientrati i Nazionali

Tempo di lettura: < 1 minuto

ALLENAMENTO MILAN MILANELLO - Il Milan, tra le mura amiche di Milanello, ha messo nel mirino l'Empoli. Dopo il rientro dei nazionali, è scattata infatti la vera e propria preparazione al match di sabato 1 ottobre.

Il report del Milan sull'allenamento odierno a Milanello

"Allenamento per la squadra, questa mattina, a Milanello. Rientrati i nazionali, il gruppo si è ritrovato in spogliatoio in preparazione del prossimo impegno di campionato di sabato 1° ottobre alle 20.45 a Empoli. Presenti al Centro Sportivo anche Paolo Maldini e Frederic Massara.

REPORT
Inizio della sessione sul campo ribassato con il consueto riscaldamento svolto attraverso una prima serie di esercizi di mobilità e l'utilizzo di ostacoli, mentre i portieri hanno lavorato in maniera specifica insieme ai preparatori. Successivamente i rossoneri hanno curato il possesso palla, terminato il quale Mister Pioli ha condotto la fase tattica. Per concludere, spazio a una partitella su campo ridotto".

Zaccheroni sicuro: "Non abbiamo ancora visto il miglior Leao"

Tempo di lettura: < 1 minuto

ZACCHERONI INTERVISTA MILAN - Alberto Zaccheroni, intervistato davanti le telecamere di Sky Sport, ha parlato dell'inizio stagione del Milan e in particolar modo di Rafael Leao. Queste le parole dell'allenatore sul talento portoghese.

Milan, parla Alberto Zaccheroni

"Sono tutti giocatori che possono solamente crescere. Non abbiamo visto ancora il miglior Leao. Giroud è partito bene. Pioli è abituato a cambiare spesso, ora gioco poco in ampiezza: i terzini giocano molto in mezzo al campo per creare superiorità. È questa la chiave delle ultime partite".

Infortuni Ibrahimovic: cosa è successo e quando rientra

Tempo di lettura: 3 minuti

INFORTUNI IBRAHIMOVIC MILAN - Nonostante l'età, Zlatan Ibrahimovic è ancora uno dei giocatori più decisivi del campionato italiano. Nel maggio 2022 lo svedese ha alzato al cielo un nuovo Scudetto, l'ennesimo titolo di una carriera vissuta sempre da protagonista. Anche per questo, per continuare a scrivere calcio e alzare trofei con la maglia del Milan, Ibra ha deciso di operarsi. Il motivo? Andiamo a scoprire tutto su uno degli ultimi infortuni del giocatore, nonché la data del possibile rientro in campo.

Infortuni Ibrahimovic: tutto sul problema fisico dello svedese

MILAN, Ibrahimovic non gioca: il motivo

Il titolo alzato dal Milan al cielo di Reggio Emilia nella scorsa stagione ha visto protagonista anche Zlatan Ibrahimovic. Il campione svedese, nonostante il tempo che passa, si è rivelato ancora una volta decisivo per le sorti del 'Diavolo'. Il tutto a prescindere dagli infortuni, che ne hanno tempestato soprattutto il finale di stagione. Dopo la festa Scudetto, infatti, l'ex Inter e Juventus ha deciso di sottoporsi a un'operazione per risolvere un problema che, come raccontato da lui stesso su Instagram, lo ha costretto a parecchie iniezioni al ginocchio sinistro e, conseguentemente, tanto tempo lontano dalla squadra.

"Negli ultimi 6 mesi ho giocato senza il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ginocchio gonfio da sei mesi. Un dolore atroce ogni giorno per sei mesi. Per sei mesi ho dormito appena a causa del dolore. Non ho mai sofferto cosi tanto in campo e fuori".

Zlatan Ibrahimovic su Instagram

Milan, l'infortunio subito Ibrahimovic: l'operazione

"AC Milan comunica che nella giornata odierna, Zlatan Ibrahimović è stato operato al ginocchio sinistro dal Dr Bertrand Sonnery-Cottet, alla presenza del Responsabile Sanitario del Club Stefano Mazzoni, presso l'Hôpital Jean Mermoz di Lione. L'artroscopia era programmata da tempo per risolvere definitivamente l'instabilità dell'articolazione attraverso la ricostruzione del legamento crociato anteriore, con rinforzo laterale e riparazione meniscale". Con questo comunicato, il Milan ha reso nota nel maggio 2022 l'operazione alla quale si è sottoposto Ibrahimovic. Un'operazione che interessato il crociato anteriore e il menisco del ginocchio sinistro del campione svedese.

Il rientro dello svedese: quando torna Zlatan Ibrahimovic?

Sto lavorando tutti i giorni per tornare in campo. Quando? Lo vedreteQuando tornerò mi farò sentire con violenza. Ritiro? Dipende, se vedrò un giocatore più forte di me allora smetterò, per il momento non l’ho visto. Per ora la chiave è il lavoro e la pazienza”.

Zlatan Ibrahimovic a La Gazzetta dello Sport - 14 settembre 2022

Zlatan Ibrahimovic, operatosi al ginocchio nel maggio 2022, è costretto a saltare tutto l'anno calcistico. Il rientro tra i ranghi rossoneri del Milan del campione svedese è, infatti, previsto per l'inizio del 2023. Come sottolineato dal comunicato post-operatorio diffuso dal club rossonero: "L’intervento è perfettamente riuscito e la prognosi è stimata in 7-8 mesi".

Milan, il numero di partite saltate da Ibra

A seguito di un infortunio, con operazione, tra i più lunghi della sua carriera, Zlatan Ibrahimovic salta tutte le partite che chiudono il 2022 calcistico. Lo svedese, dunque, non è a disposizione di Stefano Pioli per le prime venti partite di Serie A TIM 2022/23 nonché per l'intera durata dei gironi di UEFA Champions League 2022/23. Da valutare, invece, la Coppa Italia, con Ibra che potrebbe prendere parte, qualora il Milan proseguisse nella competizione, alle fasi finali.

Il sostituto di Zlatan Ibrahimovic nel Milan

Doverosa premessa: un giocatore del calibro, della storia e del palmares di Zlatan Ibrahimovic non si può sostituire a cuor leggero. Tuttavia, visto il lungo infortunio occorso allo svedese, Stefano Pioli e il Milan hanno dovuto fare di necessità virtù. Così in attesa che l'11 recuperi la forma migliore, i rossoneri si sono affidati a due opzioni. La prima risponde al nome di Olivier Giroud, già protagonista insieme a Ibra della cavalcata Scudetto 2021/22. La seconda a quello di Divock Origi, esperto attaccante belga arrivato dal mercato.

Ibrahimovic e la Svezia: l'infortunio e la Nazionale

E l'avventura di Ibrahimovic con la Svezia? E' finita? A causa dell'infortunio e dell'operazione Ibra ha rinunciato alla Nations League con la propria nazionale, ma non ha detto ancora apertamente addio. Tra gennaio e febbraio 2023, quando il giocatore tornerà a calcare i verdi rettangoli di gioco, se ne saprà sicuramente di più.

Daniele Izzo

LEGGI ANCHE...

Scaroni: "Crediamo al progetto San Siro"

Tempo di lettura: < 1 minuto

SCARONI INTERVISTA MILAN - Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha parlato oggi in una conferenza inerente il nuovo stadio di Milano. Qui di seguito le sue parole, raccolte da TMW.

Milan, Scaroni sullo stadio

"Stadio? Siamo impegnati su San Siro, pensate a quanti soldi abbiamo speso finora, oltre ovviamente a quanto lavoro abbiamo fatto. Se siamo qui è perché crediamo al progetto San Siro. Ovviamente guardiamo anche altrove perché dobbiamo avere delle alternative e poi perché magari troviamo aree con delle caratteristiche che San Siro non ha. Non abbiamo quindi piani B, ma solo diversi piani A".

Sulle tempistiche

"Se un processo decisione impiega tanti anni, è normale che in quel periodo le cose possano cambiare. Tutto cambia e si muove, non rimaniamo fermi. Di fronte a questi tempi così lunghi il mondo cambia. Il Milan ha pure cambiato proprietà. Succedono tante cose. Non dobbiamo decidere domani mattina purtroppo. Se dovessimo decidere domani, alle 7 faremmo la Cattedrale, ma non è così purtroppo. Quindi ci sentiamo liberi".

Montella: “Milan solido e collaudato, mi piace”

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONTELLA INTERVISTA MILAN - Vincenzo Montella, ex giocatore – tra le altre – di Roma e Sampdoria, ora allenatore dell’Adana Demirspor, ha parlato a La Gazzetta dello Sport di diverse tematiche inerenti il calcio italiano. Tra queste anche il grande momento vissuto dal Milan di Stefano Pioli, campione d’Italia in carica. 

Milan, parola a Montella

“Chi mi piace di più? Il Milan è solido e collaudato, ma il Napoli gioca benissimo: Spalletti geniale come sempre. L'Atalanta darà fastidio a tutti. La Roma? Mi diverte molto. Mou ha creato un entusiasmo che ricorda quello dello scudetto del 2001. Quando a Roma si respira quell'aria può succedere di tutto. Sono curioso di vedere i progressi della Lazio, mentre sta deludendo la Fiorentina rispetto allo scorso anno quando aveva entusiasmato. Tra le medio piccole, complimenti all'Udinese e all'Empoli".

Como, Cutrone: “Da chi ho imparato di più? Da due rossoneri”

Tempo di lettura: < 1 minuto

CUTRONE INTERVISTA COMO MILAN – Patrick Cutrone, ex attaccante del Milan ora tra le fila del Como, si è raccontato a La Gazzetta dello Sport. Tra le tante domande poste al giovane bomber, una ha interessato il suo passato rossonero.

Milan, parola a Cutrone

“Da chi ho imparato di più? È difficile, ho imparato tanto da tutti. Potrei fare il nome di Montella che mi ha fatto esordire, di Gattuso sempre al Milan. Ma dico De Vecchi e Galbiati nelle giovanili rossonere. Devo a loro se sono diventato un calciatore".

Chelsea, T. Silva: "Parlo spesso con Ibra: ecco il motivo"

Tempo di lettura: < 1 minuto

THIAGO SILVA INTERVISTA MILAN CHELSEA - Quando le Nazionali torneranno a lasciare posto ai club, la Champions League farà nuovamente capolino nelle case degli appassionati. E lo farà con un big match: Milan - Chelsea. In vista della partita di San Siro, Thiago Silva, in qualità di ex della sfida, ha parlato ai canali ufficiali dei 'Blues'. Qui le sue parole.

Milan - Chelsea, parola a Thiago Silva

"Parlo spesso con Ibrahimovic, ultimamente più spesso perché il mio Chelsea e il suo Milan giocheranno contro in Champions League. Il mio obiettivo è fare come lui, giocare fino ai 40 anni, ma non so se riuscirò a rimanere a questo livello, a tenere così alto il grado di competitività. Dipende da questa stagione e da cosa accadrà al Mondiale. E, sì, dipende anche dal prolungamento contrattuale. Per me è molto importante riuscire ancora a starci a questo livello, a 38 anni, ma non è facile, soprattutto in Premier League. Quando finisco di allenarmi, torno a casa e penso a come fare per essere in forma il giorno dopo".

Italia, Pobega può partire titolare con l’Ungheria

Tempo di lettura: < 1 minuto

ITALIA UNGHERIA POBEGA – Tommaso Pobega, giovane centrocampista del Milan, è entrato bene in partita nel corso di Italia – Inghilterra. Tanto che il CT Roberto Mancini potrebbe lanciarlo nell’undici titolare nella sfida di questa sera all’Ungheria.

Ungheria – Italia, possibile chance per Pobega

Secondo quanto raccontato da Sky Sport, c’è un giocatore del Milan che si candida a una maglia da titolare in Ungheria – Italia di questa sera. Chi è? Tommaso Pobega. L’ex Spezia e Torino, dopo l’ottima prestazione al cospetto dell’Inghilterra, potrebbe affiancare Jorginho e Barella nell’ultima partita di Nations League. Questo è quanto trapela dal ritiro azzurro di Budapest.

Galli: “Il Milan ha trattato un giocatore del Sassuolo. E a gennaio…”

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO MILAN INTERVISTA GALLI – Giovanni Galli, intervistato sul canale YouTube da Carlo
Pellegatti, ha parlato del mercato estivo del Milan. Queste le sue parole riguardo una possibile trattativa
per il talento del Sassuolo Hamed Traorè.

Calciomercato Milan, parola a Galli

"I rossoneri quest’estate hanno trattato Traoré del Sassuolo, un ragazzo giovane che conosco bene e mi
piace molto. È forte fisicamente e atleticamente. Maldini e Massara stanno cercando esterni e lui potrebbe essere un giocatore in ottica futura. È un giocatore che quando riceve palla punta sempre la porta, sia da centrocampista che da esterno. Non va mai a cercare la linea del fondo, la sua corsa è sempre nella direzione della porta. Questo fa la differenza”.

Allenamento Milan, ultima seduta della settimana a Milanello

Tempo di lettura: < 1 minuto

ALLENAMENTO MILAN MILANELLO - Il Milan, tra le mura amiche di Milanello, ha svolto l'ultima seduta di allenamento prima di due giorni di riposo concessi da Stefano Pioli alla squadra. La ripresa, prevista per martedì 27 settembre, proietterà i rossoneri direttamente dentro la preparazione della gara di Empoli.

Il report del Milan sull'allenamento di oggi a Milanello

Pioggia questa mattina a Milanello, dove i rossoneri si sono ritrovati per l'ultimo allenamento settimanale sempre a ranghi ridotti per le assenze dei nazionali.

REPORT
Gruppo in palestra per iniziare con la consueta attivazione muscolare seguita da una serie di esercizi sulla forza, eseguiti con l'ausilio degli attrezzi. Terminata la prima parte del lavoro la squadra è uscita sul campo ribassato dove, dopo aver terminato il riscaldamento con alcuni torelli, ha disputato una partita di allenamento a ranghi misti con la formazione Primavera (tre tempi da 20').

DOMENICA 25 SETTEMBRE
Il programma della squadra prevede due giorni di riposo. La ripresa degli allenamenti è prevista per martedì 27 settembre, con una sessione pomeridiana".