rossonerisiamonoi-suso-milan
Getty Images
Reading Time: < 1 minute

SUSO MILAN – Il gol da tre punti realizzato contro la Spal ha ricucito (almeno in parte) il rapporto tra Suso ed il pubblico rossonero. L’avvio di stagione dello spagnolo è emblema di quello del Milan: discontinuo, poco efficace, passivo. Stefano Pioli punta molto sul suo talento e nel big match di domenica sera contro la Juventus, il numero 8 dovrebbe tornare tra i titolari. Suso ha rilasciato una lunga intervista a Sportweek che sarà in edicola da domani. La Gazzetta dello Sport, sul proprio sito, ne ha anticipato un estratto.

Le critiche

“I tifosi hanno il diritto di fischiare, perché né io, né la squadra stiamo facendo bene. Non credo di dover dimostrare niente. La gente sa quel che posso fare. Se mi critica, è perché si aspetta che faccia ancora di più e sa che posso farlo. Se un calciatore non viene criticato è perché da lui non si pretende niente”.

Milan

“A me piace tanto stare al Milan. Potevo andare via per due anni di fila e non l’ho fatto. Sono rimasto qui perché così volevo. Sono costato zero: considerato questo, credo che il mio rendimento al Milan sia stato molto buono. Ai tifosi dico: fidatevi di me”.